L’abbraccio ai tempi del Coronavirus

Riflessione breve: In questi tempi d'epidemia d'apocalissi annunciata d'isteria semi-seria in questi tempi in cui: non toccare non baciare non starnutire! non amare non unire mantieni le distanze! smetti , smettila di essere umano. In questi tempi, dicevo, abbracciarsi è un colpo di stato. Un'opera del Bernini. Un quadro di Cabanel. Una sinfonia di Stravinsky.... Continue Reading →

In un’altra vita

In un'altra vita io e te ci saremmo amati moltissimo. Avremmo vissuto in quel monolocale con il letto enorme e le finestre azzurre e ti avrei preparato i pancakes a colazione. Mi avresti fotografata nuda, e usato i pennelli sporchi di vernice blu sulla mia schiena disegnando costellazioni improbabili. In un'altra vita, ci saremmo amati... Continue Reading →

Viandante

"Cammina a piedi nudi. Danza nuda sotto la luna. Gioca con la terra. Segui il tuo intuito, lascia che il fuoco della vita trasformi tutto attraverso di te non solo intorno a te. Senti l'amore profondamente, lascia che il vento ti scompigli i capelli ed i pensieri che il sole sfiori la tua pelle nuda.... Continue Reading →

Frog Tuscany: tradizione e innovazione Made in Italy

Oggi son qui per parlarvi di due ragazzi, due giovanissimi, che son riusciti a realizzare, unendo la tradizione del Made in Italy a tecniche d'innovazione d'ultima generazione, un progetto meraviglioso a soli 17 anni o giù di lì. Credo davvero possano e debbano essere d’ispirazione per i giovani d’oggi, per me lo son stati di... Continue Reading →

Cose particolarissime sul mio cuore e su di me

Ci sono alcune particolarissime cose di me che nessuno sa e che mai sospetterebbe, che bisogna sapere, cose buffe banali belligeranti e bellissime, e qui abbonda la b, scusate. Dicevo, insomma, cose particolarissime che chiunque voglia avvicinarsi a me o al mio cuore (che poi son la stessa cosa) deve sapere. Cosa numero uno: mi... Continue Reading →

Autumn, #todolist

Autunno: fiamma brillante prima del torpore invernale; raccolta; arancio, oro, ambra; notti fresche e l’odore del fuoco. Le nostre strade alberate sono infuocate, le nostre cucine sono colme dell’odore della nostalgia: mele che ribollono nella salsa, zucca tostata, cannella, noce moscata, sidro, il calore stesso. Le foglie che scintillano con colori selvaggi appena prima di... Continue Reading →

“Prima di andare a dormire, pensa a sette cose impossibili”

"Alice rise: «È inutile che ci provi», disse; «non si può credere a una cosa impossibile.» «Oserei dire che non ti sei allenata molto», ribatté la Regina. «Quando ero giovane, mi esercitavo sempre mezz'ora al giorno. A volte riuscivo a credere anche a sei cose impossibili prima di colazione.» Contale Alice!.." Cap. V, Alice Attraverso... Continue Reading →

Addii e fili rossi.

Da bambina mi hanno detto che certe persone sono legate da un filo rosso invisibile che può estendersi anche per chilometri, e si allunga e si restringe a seconda della distanza. Io non ci credevo neanche un po', nessun filo era così lungo, nemmeno i gomitoli giganti che usava la nonna per l'uncinetto. E poi,... Continue Reading →

Storie di amori e tagliatelle

Il profumo di albicocche e pasta frolla invade la cucina. La crostata è a raffreddare sul davanzale. Sul davanzale, si, come nei cartoni animati che guardavo da bambina o in qualche vecchio film americano degli anni ottanta. Sono alla casa al mare per un paio di giorni, dai nonni. Qui il tempo si è fermato,... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: