Incipit

Era finita per un milione di motivi, uno più valido dell'altro, ma il più importante era sicuramente questo: alla domanda "sei felice?" non sapevo più cosa rispondermi. Me ne sono andata in una notte di Gennaio, a cuor leggero e senza piangere. Pioveva a dirotto e non avevo l'ombrello. E' buffo come certi dettagli diventano... Continue Reading →

Annotazioni, Preludio pt. 2

Abitavamo in un monolocale piccolissimo al quinto piano di un vecchio palazzo. Una cucina microscopica, il bagno, un tavolino con tre sedie e pochi mobili. Solo il letto l'hai voluto enorme, due piazze e mezzo al centro della stanza. "Voglio vivere su questo letto per il resto della nostra vita, non ci serve altro", dicevi,... Continue Reading →

Annotazioni, Preludio pt. 1

Pensavo che sarebbe bello una mattina facciamo anche domani svegliarsi insieme prendere un caffè fare all'amore e tutte quelle cose che ci piacciono tanto, ad esempio: giocare ad inventar costellazioni con i nei sulla mia schiena ridere fino a piangere per le tue facce buffe leggerti ad alta voce le poesie di Hikmet nudi sporcarci... Continue Reading →

Voglio portarti dove finisce il mare

Voglio portarti dove finisce il mare. Partire stanotte senza far ritorno. "Dove la porto, signorina?" mi chiedevi, ed io pensavo a mille luoghi tranne che alle stelle.  Pensavo alla terra, alla sabbia calda, ad ogni angolo nascosto nei vicoli di Napoli ed ai sedili posteriori di una vecchia 127 Sport tutta scassata. Penso a tutte... Continue Reading →

Addii e fili rossi.

Da bambina mi hanno detto che certe persone sono legate da un filo rosso invisibile che può estendersi anche per chilometri, e si allunga e si restringe a seconda della distanza. Io non ci credevo neanche un po', nessun filo era così lungo, nemmeno i gomitoli giganti che usava la nonna per l'uncinetto. E poi,... Continue Reading →

Storie di amori e tagliatelle

Il profumo di albicocche e pasta frolla invade la cucina. La crostata è a raffreddare sul davanzale. Sul davanzale, si, come nei cartoni animati che guardavo da bambina o in qualche vecchio film americano degli anni ottanta. Sono alla casa al mare per un paio di giorni, dai nonni. Qui il tempo si è fermato,... Continue Reading →

My boyfriend made me a lemon cake.

Il mio ragazzo mi ha preparato una torta al limone ed io non so usare la Polaroid. Che poi lo so, non c'entra niente, è solo che sulla carta lui non fa torte ed io mi diletto a fare foto, ma dicono che sulla carta non basta e quindi si, il mio ragazzo mi ha... Continue Reading →

Monday, spring: to do list

E venne un momento in cui il rischio di rimanere chiusi in un bocciolo era più doloroso del rischio di sbocciare. - Anaïs Nin Primavera è sinonimo di rinascita, risveglio, rinnovamento. Il giorno perfetto per i nuovi inizi è il lunedì. Insomma, questo primo giorno di primavera è la combo perfetta ed anche un ottimo... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: