Frog Tuscany: tradizione e innovazione Made in Italy

Oggi son qui per parlarvi di due ragazzi, due giovanissimi, che son riusciti a realizzare, unendo la tradizione del Made in Italy a tecniche d'innovazione d'ultima generazione, un progetto meraviglioso a soli 17 anni o giù di lì. Credo davvero possano e debbano essere d’ispirazione per i giovani d’oggi, per me lo son stati di... Continue Reading →

Hotel California – Storia di una Paranoia

    "Papercut è spaccato a metà fra un passato che gli si è attaccato addosso come una piaga e un futuro che non sembra brillare. Sarà California, strampalata ragazza dall'inconscio serrato, a spianargli la strada per una vita qualunque, banale, noiosa, eppure sicura e serena. Voleva chiamare aiuto, ma allo stesso tempo temeva che... Continue Reading →

Cose particolarissime sul mio cuore e su di me

Ci sono alcune particolarissime cose di me che nessuno sa e che mai sospetterebbe, che bisogna sapere, cose buffe banali belligeranti e bellissime, e qui abbonda la b, scusate. Dicevo, insomma, cose particolarissime che chiunque voglia avvicinarsi a me o al mio cuore (che poi son la stessa cosa) deve sapere. Cosa numero uno: mi... Continue Reading →

Autumn, #todolist

Autunno: fiamma brillante prima del torpore invernale; raccolta; arancio, oro, ambra; notti fresche e l’odore del fuoco. Le nostre strade alberate sono infuocate, le nostre cucine sono colme dell’odore della nostalgia: mele che ribollono nella salsa, zucca tostata, cannella, noce moscata, sidro, il calore stesso. Le foglie che scintillano con colori selvaggi appena prima di... Continue Reading →

“Prima di andare a dormire, pensa a sette cose impossibili”

"Alice rise: «È inutile che ci provi», disse; «non si può credere a una cosa impossibile.» «Oserei dire che non ti sei allenata molto», ribatté la Regina. «Quando ero giovane, mi esercitavo sempre mezz'ora al giorno. A volte riuscivo a credere anche a sei cose impossibili prima di colazione.» Contale Alice!.." Cap. V, Alice Attraverso... Continue Reading →

Storie di amori e tagliatelle

Il profumo di albicocche e pasta frolla invade la cucina. La crostata è a raffreddare sul davanzale. Sul davanzale, si, come nei cartoni animati che guardavo da bambina o in qualche vecchio film americano degli anni ottanta. Sono alla casa al mare per un paio di giorni, dai nonni. Qui il tempo si è fermato,... Continue Reading →

Mi sento

Mi è capitato in modo del tutto casuale di leggere un pezzetto del mio oroscopo settimanale. Non lo seguo, non ci credo molto, e più che altro non amo farmi condizionare. Non so cosa mi abbia spinto a soffermarmici, ma ecco qua. In breve il succo era: ci saranno sempre motivi apparentemente validi per avere... Continue Reading →

Sono le cinque e trentadue del mattino e il sole si sta levando timidamente all'orizzonte, adesso affiora appena. Vado a prendere un maglione, è ancora fresco qui. Sono in cucina, metto su il caffè e aspetto rannicchiata sulla sedia di fianco alla finestra, quella da dove si vede il mare. Quiete interrotta soltanto dal borbottio della macchinetta del... Continue Reading →

Mario Sepe: l’uomo dentro l’artista

Ho “incontrato” per la prima volta Mario Sepe scorrendo distrattamente la home di Facebook. Un’immagine casuale, una fotografia in mezzo alle altre. Un’opera,  curve disegnate su una tela, tutto qui. Eppure. Eppure d’istinto ho provato qualcosa. Rapimento, commozione, curiosità, turbamento. E allora di fotografie ne ho cercate altre, ed altre ancora, e a quel punto... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: